Inizio pagina Salta ai contenuti

Borca di Cadore - Bórcia

Provincia di Belluno - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
          1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
             

Istituto Ladin de la Dolomites - Storia / La storia

Storia 

L'Istituto Ladin de la Dolomites è stato ufficialmente costituito il 21 luglio 2003 ed ha iniziato ad operare il 15 dicembre dello stesso anno, con sede legale ed amministrativa in Borca di Cadore e sede secondaria in Selva di Cadore. Si tratta di una associazione non lucrativa, promossa dall'Amministrazione provinciale di Belluno con l'adesione di enti locali, associazioni ed unioni culturali ladine, in attuazione dell'art. 16 della legge n. 482 "Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche" del 15 dicembre 1999, norma con cui lo Stato attribuisce a Regioni e Province la facoltà di creare istituti finalizzati alla tutela delle tradizioni linguistiche e culturali delle popolazioni riconosciute come minoranze linguistiche storiche. La denominazione dell'Istituto in lingua italiana è Istituto Culturale delle Comunità dei Ladini Storici delle Dolomiti Bellunesi.

Il proposito era di coinvolgere i 39 Comuni della Provincia che si sono dichiarati appartenenti alla minoranza linguistica ladina con delibere dei rispettivi Consigli. In seguito i Comuni di Colle Santa Lucia, Cortina d'Ampezzo, Livinallongo del Col di Lana, denominatisi “Ladini ex Asburgici”, hanno costituito – mediante un consorzio intercomunale – l'Istitut Cultural Ladin “Cesa de Jan”, che ha sede a Colle Santa Lucia ed al quale è associata anche la comunità di Rocca Pietore.

A seguito dell'attivazione di una rete di Sportelli linguistici ladini, collegati agli enti locali del territorio ed operanti in sinergia con l'Istituto Ladin de la Dolomites, è venuta meno la necessità del mantenimento della sua sede secondaria, che ha cessato di essere operativa sul finire del 2007.

 

La storia

Da la Leie n. 482 del 15 de dezenbre del 1999 a can che l é stà betù a dì l Istituto Ladin de la Dolomites, al 21 de luio del 2003, l é passà cuatro anes. L istituto l à scomizià a laurà al 15 de dezenbre de chel an, coi ufizie del Diretor, de l Aministrazion e la Biblioteca a Borcia e n outro ufizio, pi picio, a Selva. L è na assoziazion goluda da la Provinzia de Belun, dai entes locai e da la uniones culturales ladines dos chel che ien dito ize l art. 16 de la Leie n. 482 "Norme in materia di tutela delle minoranze linguistiche storiche" del 15 de dezenbre del 1999, agnó che al Stato Talian al i à dà a la reiones e a la provinzies la possibilitas de bete su istitute che i laore par cenì da conto la parlades, la cultura e la usanzes de la dente recognossuda cume “minoranza linguistica storica”. Par talian, l Istituto l à inon “Istituto Culturale delle Comunità dei Ladini Storici delle Dolomiti Bellunesi”.

Can che l é stà tacà duto, la provinzia la golea bete apede i 39 Comunes che intrà al 2001 e l 2003 i aéa fato deliberà ai sò Consilie de fai parte de la minoranza ladina. Daspò, i tre Comunes de Col de Santa Luzia, Anpezo e Fodom, che i s à ciamà “Ladini ex Asburgici”, i s à betù a laurà insieme ize n consorzio, e i à verto n outro istituto, l Istitut Cultural Ladin “Cesa de Jan”, che l é a Col de Santa Luzia. Al Comun de La Rocia al s à dontà a i carche an dapò.

Can che l é stà betù a dì i prime sportiei linguistiche ladine del Istituto de Borcia, dontade a i ente locai del Agordin, del Cadore, del Comelego e de Zoldo par laurà apede, l é stà serà l ufizio pi pizo a Selva, a la fin del 2007.

I-32040 Borca di Cadore (BL) - Via Roma n. 82
P.Iva IT 00206250250
comune.borca@valboite.bl.it PEC: borca.bl@cert.ip-veneto.net